Menu di navigazione

Amministrazione Trasparente

Regolamenti

di Lunedì, 05 Dicembre 2011 - Ultima modifica: Lunedì, 07 Settembre 2015

Sezione che contiene i regolamenti approvati dal Consiglio comunale

Il Regolamento disciplina l'uso della rete fognaria pubblica e degli scarichi d'acque reflue domestiche e industriali nell'ambito del territorio comunale. La gestione del servizio fognatura viene esercitata dal Comune in economia.

Il Regolamento ha per oggetto il complesso delle norme intese a prevenire i pericoli che alla pubblica salute che potrebbero derivare dalla morte delle persone e a disciplinare i servizi, in ambito comunale, relativi alla polizia mortuaria, alle attività funebri e cimiteriali.

Il Regolamento ha per oggetto il complesso delle norme intese a prevenire i pericoli che alla pubblica salute che potrebbero derivare dalla morte delle persone e a disciplinare i servizi, in ambito comunale, relativi alla polizia mortuaria, alle attività funebri e cimiteriali.

Il Regolamento disciplina la concessione di finanziamenti e benefici economici di enti pubblici e soggetti privati

Il Regolamento disciplina le occupazioni di spazi ed aree pubbliche, le modalità di richiesta, rilascio, rinnovo, revoca e decadenza dell’atto di concessione, nonché i criteri di determinazione e di applicazione del canone, dovuto per le occupazioni medesime.

Il Regolamento disciplina tutte le operazioni riguardanti la predisposizione e gestione del bilancio, economato, inventario, gestione economica del personale, gestione contabile del patrimonio e riscossione delle entrate tributarie e patrimoniali.

Il Regolamento disciplina comportamenti ed attività in ogni modo influenti sulla vita della comunità al fine di salvaguardare la convivenza civile, la salute e la sicurezza dei cittadini, la più ampia fruibilità e la conservazione dei beni comuni e la qualità della vita e dell'ambiente.

Il Regolamento disciplina le modalità di pulizia dei camini al fine di ridurre i rischi di incendi e di intossicazione dovuti al ristagno dei prodotti della combustione all'interno dei locali.

Il Regolamento edilizio comunale redatto ai sensi del Titolo II Capo VII art. 36 "Contenuti del regolamento edilizio comunale" della L.P. 4 marzo 2008 n. 1 attuando le disposizioni urbanistiche del PRG che prevalgono, regolamenta e regola le attività edilizie nel territorio comunale, definendo le procedure di competenza degli organi comunali, le norme igienico - sanitarie e di sicurezza, in relazione alla strumentazione urbanistica vigente, alle leggi provinciali e nazionali in materia allo scopo di guidare i processi di edificazione e di uso del territorio per ottenere obiettivi di qualità sostanziale delle opere edilizie.

La modulistica utile per l'attività edilizia è scaricabile dal sito del Consorzio dei Comuni Trentini www.modulistica.comunitrentini.tn.it (apre il link in una nuova finestra) Ogni modello è scaricabile in versione pdf compilabile (non esteso); eventuali altre funzionalità, quali ad esempio il salvataggio dei moduli compilati, saranno possibili solamente tramite l'utilizzo degli appositi strumenti Adobe.

Le riunioni e le funzioni del Consiglio comunale sono disciplinate dalla legge, dal relativo regolamento di esecuzione e dal presente Regolamento

Il Regolamento disciplina il rapporto di impiego con il Comune di Segonzano, fatta salva la normativa dei regolamenti speciali e quella derivante da leggi speciali

Il Regolamento  disciplina la stampa e la diffusione del notiziario edito dal Comune.

Il  Regolamento disciplina con norme tecniche ed amministrative l'esercizio dell'acquedotto. Sono di competenza del Comune, gestore del servizio, la manutenzione della rete di distribuzione pubblica, che comprende sommariamente la pulizia, la verifica, il controllo e la disinfestazione, di tutta la rete acquedottistica a partire dalle opere di presa - serbatoi - condotte di adduzione e distribuzione, sino ai pozzetti di derivazione ove sono alloggiati i misuratori di portata o comunque sino alla derivazione di utenza

Il Regolamento disciplina lo svolgimento dei servizi relativi alla gestione dei rifiuti solidi urbani e speciali assimilati destinati allo smaltimento o al recupero. Il Comune di Segonzano gestisce il servizio in regime di privativa avvalendosi dell'azienda consorziale ASIA - Azienda speciale per l'igiene ambientale con sede in Lavis (TN).

Puoi trovare numerose informazioni sulla corretta gestione dei rifiuti alla pagina di ASIA (apre il link in una nuova finestra)

Il presente regolamento disciplina le funzioni amministrative comunali relative al servizio pubblico non di linea mediante noleggio con conducente, di cui alla legge 15 gennaio 1992, n. 21 (Legge quadro per il trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea).

L’accertamento con adesione consente al contribuente di definire le imposte dovute ed evitare, in tal modo, l’insorgere di una lite tributaria. Si tratta, sostanzialmente, di un “accordo” tra contribuente e ufficio che può essere raggiunto sia prima dell’emissione di un avviso di accertamento, che dopo, sempre che il contribuente non presenti ricorso davanti al giudice tributario.

Il Regolamento disciplina nell'ambito del territorio comunale l'esecuzione della pubblicità nonché l'applicazione e la riscossione dell'imposta comunale sulla pubblicità in conformità alle disposizioni del D.Lgs. n. 507 del 15.11.1993. Ai fini dell'imposizione si considerano rilevanti i messaggi diffusi nell'esercizio di un'attività economica allo scopo di promuovere la domanda di beni o servizi, ovvero finalizzati a migliorare l'immagine del soggetto pubblicizzato

A' termini dell'art. 2 del Regolamento il contributo per l'accesso all'area Piramidi di Segonzano è applicato a seguito di apposita Ordinanza Sindacale. Il contributo è finalizzato al miglioramento ed accrescimento di servizi sull'area Piramidi di Segonzano per la valorizzazione del territorio cui trattasi ed armonizzazione dell'afflusso turistico nel rispetto dell'ambiente e della natura, in sintonia con le finalità di salvaguardia della natura e del noto sito geologico

Il Regolamento ha lo scopo di coordinare l'attività sportiva, culturale, ricreativa e sociale che sarà svolta in luoghi di proprietà o in disponibilità del Comune di Segonzano compresa e ne disciplina l'uso conformemente alle loro destinazioni. Per l'uso e utilizzo del Castello di Segonzano si rinvia a quanto disciplinato dal relativo regolamento.  Termini per la presentazione di richiesta di utilizzo: almeno dieci giorni prima del previsto utilizzo

Il Regolamento  disciplina le modalità d’uso e le procedure che devono essere osservate per fruire del Castello, nella considerazione che detto immobile è anche bene culturale e architettonico da conservare e preservare e pertanto gli usi in concessione dovranno rispettare norme e comportamenti idonei a tutelarne la struttura.

Il presente Regolamento disciplina l'uso del gonfalone e dello stemma comunale. Disciplina inoltre i casi di concessione in uso dello stemma ad enti ed associazioni operanti nel territorio comunale.

Il presente Regolamento disciplina la concessione di finanziamenti per lo sviluppo e la promozione dell'attività sportiva ai sensi dell'art. 15 della L.P. 16 luglio 1990 n. 21. La tempistica per la presentazione della richiesta di finanziamento è quella stabilita dal Regolamento comunale per la concessione di finanziamenti e benefici economici ad associazioni ed enti pubblici e privati

Il Regolamento è redatto ai sensi dell’art. 7 della L.R. 13/93 e disciplina gli interventi di natura economica a favore dei soggetti portatori di handicap e dei relativi famigliari e la compartecipazione alle spese di ricovero e cura degli assistiti in istituti specializzati, ai sensi dell’articolo 6 comma 4 della L. 328/00. Ai sensi dell'art. 7 del Regolamento le procedure ivi previste sono state delegate con convenzione alla Comunità della Valle di Cembra.

Il Regolamento, adottato ai sensi dell'art. 43 del Regolamento per l'esecuzione della Legge 16 giugno 1927, n. 1766 approvato con R.D. 26 febbraio 1928, n. 332, disciplina l'esercizio del diritto di uso civico di legnatico da ardere e da opere, di erbatico, stramatico e pascolo, semi, resina, trementina, frutti e funghi. Il godimento dei diritti di uso civico delle terre spetta ai cittadini iscritti nel registro della popolazione residente del Comune

L'attività professionale di ACCONCIATORE comprende tutti i trattamenti e servizi volti a modificare, migliorare, mantenere e proteggere l'aspetto estetico dei capelli nonchè il taglio e il trattamento estetico della barba e ogni altro servizio inerento o complementare. Sono escluse le prestazioni di carattere medico, curativo e sanitario.

L'attività professionale di ESTETISTA  comprende tutti i trattamenti e le prestazioni eseguite sulla superficie del corpo umano il cui scopo esclusivo e prevalente sia quello di mantenerlo in perfette condizioni e di migliorarne e preteggerne l'aspetto estetico.  Sono escluse le prestazioni di carattere medico, terapeutico, curativo e sanitario.